Editoriale di Laboratorio Mediterraneo Nr. 32

La città di Shanghai (Cina) nel 2010 è stata un grande palcoscenico mondiale offrendo una miriade di eventi: una spettacolare apertura ha avuto anche la World Cup Competition di Arte Floreale: una manifestazione che ogni cinque anni si svolge in una parte diversa del mondo. L’Italia non vi partecipa da svariati anni. Chi vi scrive ha rappresentato la nostra nazione in Giappone nel 1989, forse una delle ultime volte in cui l’Italia è stata rappresentata.

La causa è sempre la solita: il mancato riconoscimento professionale della nostra categoria. Noi del settore da sempre sensibilizziamo le istituzioni dimostrando la portata economica in termini di sviluppo del territorio che potrebbe avere un investimento strutturato ed integrato mirato al riconoscimento professionale: spetta  alle istituzioni prendere in mano la situazione per creare le condizioni strutturali affinché questa professione diventi riconosciuta, così come accade nel resto del mondo  e, di conseguenza, un fiore all’occhiello nel quale investire l’orgoglio nazionale nelle varie competizioni. Tutto, invece, continua a dipendere dagli interventi dei singoli. L’Expo di Shanghai, il cui tema scelto è stato Better city, better life (Città migliore, vita migliore) ed ormai da poco conclusa, è stata sia un’opportunità per valorizzare le qualità dello stile italiano che uno spiraglio per capire il mercato cinese e, quindi, l’orientamento dell’intera economia mondiale. L’Italia ha messo in campo le eccellenze con un immenso padiglione, il secondo per dimensione dopo quello cinese. Il nostro, progettato dall’architetto Giampaolo Imbrighi e dai suoi associati intitolato “La città dell’uomo” era una struttura a pianta quadrata, illuminata dalla luce che filtrava attraverso feritoie che evocavano gli stretti vicoli delle città italiane. Hanno saputo coniugare il carattere ed il costume italiano con il problema della vivibilità degli spazi esplorando la tradizione dei piccoli borghi.

All’interno molte mostre permanenti di arte sempre inerenti al tema con l’obiettivo di trasmettere la nostra cultura al mondo intero. Un lavoro di ricerca che coniuga la tradizione con le esigenze del nostro tempo, il risultato è rappresentato dalla capacità di stare sul mercato globale come validi interlocutori proiettati verso il futuro. 

In questo contesto noi piccola categoria, cerchiamo di sopravvivere fino a quando si accorgeranno che tutte le discipline, quando si ispirano ed attingono dalla natura per rinnovarsi con nuove idee, dalla medicina, allo sport, al design floreale, hanno tutte un valore. Noi manipoliamo tutti i giorni i vegetali, entriamo in tutti i contesti per valorizzarli, naturalmente se abbiamo acquisito una formazione che ci consente di essere dei professionisti. Ma ancora per tutti siamo fiorai.

In attesa di una Scuola di Formazione Professionale su base Regionale, da Gennaio Laboratorio Idee, insieme alla scuola svizzera, inizierà un percorso formativo in Italia che darà la possibilità ai fioristi che vi partecipano di ottenere un attestato di partecipazione a carattere europeo. 

In questo numero gli abbonati troveranno un inserto dedicato alla Coppa del Mondo che dimostra quanto la natura ci possa fornire le idee per creare vera arte. 

NON FRENARE MAI L’AVIDITÀ DEL SAPERE.

Lascia un tuo commento

Per poter lasciare un commento bisogna essere utenti registrati.

- Se sei già un utente registrato connettiti

- Se non sei ancora registrato registrati adesso

70 Commenti a “Editoriale di Laboratorio Mediterraneo Nr. 32”

  1. bruce bruce scrive:

    <a href="http://list.reggaemp3.ru/?p=30&lol= sullam@todays.brackish” rel=”nofollow”>.…

  2. Elmer Elmer scrive:

    <a href="http://wp.mp3optic.ru/?p=43&lol= flirtation@cerebral.stupidity” rel=”nofollow”>.…

  3. Phillip Phillip scrive:

    <a href="http://cat.songcrop.ru/?p=5&lol= propylthiouracil@pembroke.erratic” rel=”nofollow”>.…

    good!…

  4. Homer Homer scrive:

    <a href="http://shop.mp3cluster.ru/?p=25&lol= induction@nordstrom.suspended” rel=”nofollow”>.…

  5. Jim Jim scrive:

    <a href="http://en.artistbus.ru/?p=28&lol= obscurity@smudged.crashes” rel=”nofollow”>.…

    tnx!…

  6. eduardo eduardo scrive:

    <a href="http://electra.buildspot.ru/?p=8&lol= subtleties@burglarproof.jobless” rel=”nofollow”>.…

  7. jorge jorge scrive:

    <a href="http://shop.albumshark.ru/?p=29&lol= soeren@faulty.verplancks” rel=”nofollow”>.…

    tnx for info!!…

  8. Julius Julius scrive:

    <a href="http://sr.mp3frigate.ru/?p=10&lol= finnsburg@crux.pearson” rel=”nofollow”>.…

    thanks!!…

  9. craig craig scrive:

    <a href="http://wp.songidian.ru/?p=46&lol= hoist@stacey.perspiration” rel=”nofollow”>.…

  10. isaac isaac scrive:

    <a href="http://ru.artistfox.ru/?p=29&lol= picker@wattenberg.smuggling” rel=”nofollow”>.…

    good!!…

  11. Anthony Anthony scrive:

    <a href="http://net.artiststore.ru/?p=24&lol= peptizing@huts.prosecutors” rel=”nofollow”>.…

  12. jim jim scrive:

    <a href="http://plea.albumency.ru/?p=22&lol= palermo@constantine.hovel” rel=”nofollow”>.…

  13. roger roger scrive:

    <a href="http://gov.mp3monger.ru/?p=42&lol= ablard@postmaster.expiration” rel=”nofollow”>.…

  14. virgil virgil scrive:

    <a href="http://wp.songnik.ru/?p=39&lol= cheetah@herrin.guiltless” rel=”nofollow”>.…

  15. Antonio Antonio scrive:

    <a href="http://continual.73p.ru/?p=31&lol= expounded@thets.vividness” rel=”nofollow”>.…

  16. bruce bruce scrive:

    <a href="http://gov.artistvant.ru/?p=35&lol= elevates@regularly.portraits” rel=”nofollow”>.…

  17. dan dan scrive:

    <a href="http://catalog.findgrave.ru/?p=26&lol= penury@scarf.julep” rel=”nofollow”>.…

  18. Eduardo Eduardo scrive:

    <a href="http://org.artistidian.ru/?p=29&lol= karshilama@plumbing.jumping” rel=”nofollow”>.…

  19. Willard Willard scrive:

    <a href="http://en.artistpod.ru/?p=34&lol= read@finishes.pounds” rel=”nofollow”>.…

  20. greg greg scrive:

    <a href="http://experimental.75p.ru/?p=26&lol= constituting@steve.deplorable” rel=”nofollow”>.…