Editoriale di Laboratorio Mediterraneo Nr. 31

Milano, Francoforte, Essen, Parigi. A gennaio abbiamo provato l’imbarazzo della scelta mentre visitavamo le più importanti fiere Europee: una miriade di idee, nuovi ibridi, nuove tendenze sono presenti nelle collezioni espresse attraverso un modo di proporre e di proporsi. L’importate è decidere di uscire, evadere, andare a vedere per caricarsi scrollandosi di dosso la cappa che copre la nostra attività, quando, ripetiamo ad oltranza sempre le stesse cose e gli stessi pensieri pessimistici.

Per questa ragione volutamente non uso il termine “crisi”, un termine che non può utilizzare chi nella propria professione si sente un imprenditore di se stesso, perché servirebbe per proteggersi, per scusarsi, per non impegnarsi. La crisi c’è da sempre, da quando ho cominciato a capire, ho sempre sentito parlare di crisi ed ormai son passati cinquanta anni. Per uscire dalla cappa delle difficoltà è necessario superare gli schemi: pensare positivo e credere di più in se stessi inventando nuovi metodi per comunicare attraverso un’attenta ricerca di prodotti capaci di creare significati con combinazioni che realizzano sinergie interpretative inedite, sempre esclusive e dalla qualità riconosciuta con il nostro prodotto più classico.

(continua…)

Nuccio, 8 ottobre 2010